Bonus energia elettrica

Il bonus energia elettrica è uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia con la collaborazione dei Comuni, per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

DESTINATARI
Possono accedere al bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4, o fino a 4,5 Kw, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 4, e:

  • appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a €7500;
  • appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a €20.000;
  • presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita. in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata.

QUANTO VALE IL BONUS ELETTRICO
Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia.

A CHI BISOGNA FARE DOMANDA
La domanda deve essere presentata ai Servizi Sociali del comune di Casina.
Se la domanda per il disagio economico è presentata e sottoscritta da una persona diversa dall’intestatario dell’utenza vanno allegati i seguenti documenti:

  • Attestazione ISEE in corso di validità
  • Documento di identità del richiedente
  • Delega del richiedente a favore del soggetto che sottoscrive la domanda
  • Documento di identità del soggetto delegato

Se trattasi di famiglia numerosa: dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Se la domanda è presentata per il disagio fisico, cioè nel caso in cui presso il nucleo viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita, non deve essere presentata l’attestazione ISEE in quanto questo bonus non è legato al reddito.

Deve invece essere presenta la certificazione dell’AUSL che attesti l’utilizzo del macchinario salvavita insieme a tutti gli altri documenti richiesti per il bonus relativo al disagio economico.In ogni caso è consigliabile portare anche una fattura relativa all’utenza per cui si presenta la richiesta di bonus.

La modulistica di interesse è allegata in fondo alla pagina.

Modulistica